Il castello delle metamorfosi

Sabato 8 novembre, workshop di scienziati sociali al Castello per discutere di rappresentazioni sociali del corpo e del volto

di Il Castello - 4 novembre 2014

Il Body&Society Lab ha organizzato nella sua sede di Rocca sinibalda un workshop sul tema: Rappresentazioni del corpo e del volto tra cultura, politica e medicina: l’apporto delle scienze sociali. Occasione e stimolo del workshop sarà la installazione etnografica che Vincenzo Padiglione  (Università di Roma “La Sapienza”) ha costruito con la collaborazione di Carmela Spiteri a partire dalla sua imponente collezione di maschere da tutto il mondo. StraVolti. Maschere abitate e altri eccessi sociali - questo il titolo della inquietante e articolata installazione – verrà poi inaugurata per il pubblico nelle settimane successive, e diventerà pienamente accessibile ai visitatori del Castello. Sarà Vicenzo Padiglione stesso a introdurre e commentare l’installazione ai partecipanti. Tra questi, antropologi come Pietro Cemente (Università di Firenze), Alberto Sobrero (Università di Roma “La Sapienza”), Anna Iuso (“La Sapienza”), Alessandro Simonicca (Univ. di Siena), Sandra Ferracuti (Univ. della Basilicata); storici dell’arte come Marisa Dalai Emiliani (“La Sapienza”), e Lucilla Saccà (Univ. Firenze); studiosi e gestori del patrimonio demoetnoantropologico come Vito Lattanzi (Museo Etnografico Pigorini, Roma), psicologi sociali come Enrico Pozzi (“La Sapienza”), e molti altri ancora.